Venerdì, Agosto 18, 2017
jtemplate.ru - free extensions for joomla

L'opinione - Impianti sportivi, problema vero

Martedì, 18 Febbraio 2014 09:59 Scritto da  Daniele Pallante
Vota questo articolo
(1 Vota)

Un buon padre di famiglia si preoccupa di due cose, prima di tutto: riempire la pancia dei suoi figli e mettergli un tetto sopra la testa

Ovvero, parlando di pallone, istruttori qualificati che plachino la fame di calcio e un impianto sportivo degno di questo nome. Impianti sportivi che stanno diventando un problema scottante, nella città di Torino. Gli ultimi casi riguardano il Nizza, che rischia la revoca della concessione, e l’Ivest, che solo un miracolo può salvare dallo sfratto per non aver pagato le rate del mutuo. Sullo sfondo, la sempre aperta questione dei bandi, ancora da definire nel dettaglio. In epoca di vacche grasse, la gestione degli impianti sportivi pubblici è stata sbarazzina, con troppi favori e nessun rigore. Adesso si sta tirando la cinghia, con il rischio di strozzare le società sportive. Va cercato l’equilibrio, quello che contraddistingue le scelte - immediate e di prospettiva - del buon padre di famiglia.

Ultima modifica il Martedì, 18 Febbraio 2014 15:54

In edicola

Calcio a 5

ANNO DI SPORT 2013