Sabato, Febbraio 24, 2018
jtemplate.ru - free extensions for joomla

Il Collegno Paradiso sta tornando. Con due personaggi di spessore come Sergio Fantino (grande ritorno) e Maurizio Fontana (gustosa novità), la società rinata l’anno scorso dalle ceneri di Beppe Gibin vuole tornare ai fasti del passato. è questo l’obiettivo del nuovo direttivo, capitanato dal presidente Giuseppe Tucci: “Quest’anno abbiamo riaperto l’attività e siamo riusciti a fare due squadre, l’obiettivo per la prossima stagione è iscrivere 9 o 10 squadre, insomma il Settore giovanile e la Scuola calcio al completo. Non faremo, invece, la Prima squadra. Ma sia chiaro, non saremo noi a cercare i giocatori, non vogliamo portarne via alle altre società: noi siamo una società storica e prestigiosa che apre le porte, chi vuole venire da noi è libero di farlo. Con tranquillità e senza litigare con nessuno, se non riusciremo a fare un gruppo, provvederemo per la stagione successiva”. La parte sportiva sarà gestita da Fantino e Fontana: “Fantino è la persona giusta per costruire la società, conosce tutti e tutti lo conoscono, farà bene in questo ambiente che è casa sua. Fontana lo ha portato lui, la parte sportiva è nelle loro mani”.

Una nuova vita, quindi, per il Collegno Paradiso, società nata nel ‘63 che ha vissuto i suoi anni migliori nell’epoca di Beppe Gibin, dal 2002 al 2007, quando è arrivato anche il titolo nazionale Giovanissimi in mezzo a una pioggia di titoli regionali. Nel 2010 c’era stato un tentativo, fallito, di riaprire la società, con Gibin presidente e Filippo Di Maria direttore sportivo. Solo l’anno dopo, con Tucci alla sua terza presidenza, la società è ripartita. E adesso la voglia di tornare grandi. Senza Gibin? “No, con Gibin abbiamo ottimi rapporti - spiega Tucci -, facciamo calcio grazie a lui. Anche se non ha ruoli operativi è nostro consigliere, ci dà il campo e per quest’anno ha anche pagato le utenze”. Infatti la concessione dei due impianti sportivi di Borgata Paradiso è di Beppe Gibin fino al 2024: in via Vespucci gioca il Collegno Paradiso, mentre i campi di via Galvani vengono affittati per rientrare delle spese sostenute quando sono stati impiantati i due manti in sintetico e sono stati rifatti gli spogliatoi. “Inoltre - continua Tucci - Gibin sarà nostro sponsor con l’Elpe, il gruppo che controlla anche Jb Job, un logo che si affiancherà alla Vitaldent, il nostro sponsor di quest’anno”.

fantino

Sergio Fantino è entusiasta di questa nuova avventura, anche se non ne nasconde le difficoltà: “Sono contento di tornare al Paradiso, sono stato qui 5 anni e vinto tutto e di più. Certo, c’è tanto da lavorare, con tutte le squadre da fare da zero, è una scomessa. Con l’aiuto di Fontana, che mi darà una mano un po’ come faceva Tiziano Gobbato allora, il primo obiettivo è fare le squadre, poi penseremo a migliorarle. Per prima cosa, dobbiamo lavorare sugli allenatori, sono la base indispensabile per fare un buon lavoro. Ma ci tengo a sottolineare che mi dispiace lasciare l’Atletico Torino, dove ho passato due begli anni: siamo saliti dal sessantesimo al decimo posto nel Superoscar, qualcosa di buono lo abbiamo fatto. Per questo ringrazio Arcella, Goglia e tutti gli altri”.

organigramma

Già definito l’organigramma societario del “nuovo” Collegno Paradiso. Il presidente è Giuseppe Tucci, i due vicepresidenti lo “storico” Alfredo Zanellato e la new entry Claudio Teghille. Altro personaggio intramontabile, il segretario Gianni Giannella. I consiglieri sono Beppe Gibin, Giuseppe Liotta, Franco Mesiano, Antonio Spalatro e Bruno Cataldo (un’altra novità), cui va aggiunto il collaboratore Francesco Carli. Lo staff operativo vede Sergio Fantino come direttore generale della società, Maurizio Fontana nel ruolo di direttore sportivo e Aldo Masciaré confermato come responsabile della Scuola calcio. Confermati anche i due allenatori già in società, Massimo Gravina (Pulcini 2002) e Maurizio Minutello (2003).

Pagina 37 di 37
soccermania

In edicola

Calcio a 5

ANNO DI SPORT 2013