Sabato, Febbraio 24, 2018
jtemplate.ru - free extensions for joomla

Nazionali - I BRAvi ragazzi di Sappa

Venerdì, 14 Marzo 2014 17:12 Scritto da  Federico Spanu
Vota questo articolo
(2 Voti)
La Berretti del Bra La Berretti del Bra www.acbrasrl.it

Il tecnico della Berretti del Bra sta guidando la scalata dei giallorossi in classifica e ci racconta le sue sensazioni

Progettazione e tanto tanto lavoro. A volta bastano questi pochi ma essenziali ingredienti per gustarsi una dolcissima situazione di classifica senza la necessità di avere una particolare tradizione di giocatori di categoria. E' la ricetta del Bra, società piemontese rinata dopo aver visto la luce l'anno scorso con la qualificazione in Lega Pro. Un successo dettato da un'organizzazione societaria che sta portando a raccogliere i propri frutti anche nel settore giovanile.

In particolare la più bella soddisfazione, al momento, per il presidente Germanetti sono gli splendidi progressi della Berretti di Sappa. Il lavoro fatto dal tecnico ex Cuneo, infatti, è incontestabile. Anzi. Nessuno avrebbe scommesso un centesimo sul Bra, nuovo a questo tipo di campionati professionistici, designato agli albori del campionato ad una posizione di fondo classifica come territorio di caccia per gli avversari in cerca di punti. Ma il calcio è affascinante perchè è reversibile e impronosticabile. Ora i ragazzi di Sappa si ritrovano a 18 punti davanti a Cuneo, Savona e Pergolettese e a meno 3 dall'Alessandria. "Stiamo facendo un grande lavoro dopo un avvio difficoltoso. Sicuramente all'inizio abbiamo pagato dazio con la nostra inesperienza a questo tipo di livelli. Giocare contro compagini che da tempo militano in questi campionati non è stato semplice. Abbiamo però sempre lavorato duramente, cercando di migliorarci senza scoraggiarci e se prima i risultati latitavano a scapito di ottime prestazioni, ora abbiamo imparato anche a vincere" afferma il tecnico.

Il prossimo ostacolo è il Cuneo, avversario abbordabile a questo punto per i giallorossi orfani solamente degli infortunati Berteina e Gaia. "Loro sono sicuramente in difficoltà mentre noi stiamo vivendo un buon periodo di forma. Credo che anche all'andata abbiamo dimostrato di essere alla loro altezza e quindi ce la giocheremo apertamente, provando a vincere. Fondamentale sarà la loro reazione alla pesante sconfitta con il Varese (3-0 ndr): di solito o reagisci cercando riscatto o ti abbatti psicologicamente". Ma la classifica è l'obiettivo secondario di Passone, responsabile generale del settore giovanile. La priorità è la crescita dei ragazzi per potenziare la prima squadra: "Ci sono giocatori che stanno facendo molto bene e che sicuramente cominceranno una carriera da professionisti. Me lo auguro per loro. Il nostro scopo è la loro crescita" ribadisce il mister. E forse, sotto sotto, anche Sappa spera di non passare inosservato.

Gli ottimi risultati della squadra passano anche dal suo lavoro. Eppure in questo momento il suo futuro rimane saldamente legato ai colori giallorossi: "Non ho ancora ricevuto nessuna proposta e anche se dovessi averla penserò prima alla squadra per cui lavoro. Vediamo quali saranno le volontà del Bra per me. Io comunque sono molto felice della mia situazione. Finiamo il campionato e vediamo come finirà". Intanto sabato c'è il derby e nel mirino c'è la terza vittoria concecutiva. Sognare non è proibito e l'ascesa non è più semplice utopia.

Ultima modifica il Venerdì, 14 Marzo 2014 18:02

In edicola

Calcio a 5

ANNO DI SPORT 2013